Posts

Multa a TIM/Telecom di 840mila euro per uso illecito di dati personali a scopo pubblicitario

Il Garante per la privacy ha sanzionato TIM (ex Telecom Italia) con una multa di 840.000 euro per aver effettuato telefonate promozionali senza consenso nei confronti di tutti gli ex clienti, al fine di farli tornare in TIM/Telecom. Dagli accertamenti effettuati è emerso che TIM/Telecom ha violato la disciplina sulla protezione dei dati effettuando attività promozionali nei confronti di una platea amplissima di destinatari, pari a circa 2.000.000 di utenze telefoniche, senza che gli intestatari delle utenze avessero dato il consenso a ricevere chiamate pubblicitarie (obbligatorio per legge).
L'Autorità garante per la protezione dei dati personali ha ritenuto, infine, molto grave la condotta di TIM/Telecom, dato che l'azienda ha condotto deliberatamente le attività pubblicitarie illecite e non per mera negligenza, avendo acquisito, nel corso degli anni, attraverso la costante interlocuzione con il Garante della privacy, tutti gli elementi interpretativi che le avrebbero dovuto …

Annuncio lavoro promoter tempo indeterminato

Agenzia di distribuzione di costumi da bagno e articoli da mare con sedi in Panamá e Honduras cerca due promoter da inserire full time, contratto a tempo indeterminato con stipendio base di $2100 netti/mese (la valuta di Panamá sono i dollari USA) più eventuali premi di vendita. Le location, tipicamente villaggi turistici in spiagge di isole caraibiche appartenenti ai due paesi summenzionati, saranno concordate di mese in mese. Le figure che cerchiamo devono possedere ottime doti comunicative, essere flessibili e dinamiche, essere pazienti nell'interazione con i potenziali clienti e saper illustrare i prodotti incentivandone l'acquisto. Sono gradite: conoscenza fluente dello spagnolo e/o dell'inglese per dialogare con i clienti, e pregresse esperienze in attività di promozione. Chiunque fosse interessata al lavoro può inviare il proprio curriculum con foto (obbligatoria) o contattarmi su Facebook.

Bracciale elettronico Amazon: intervista al Garante della privacy

Il dott. Antonello Soro, presidente dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali (Garante della privacy), è stato intervistato il 2 febbraio 2018 da Alessio Falconio di Radio Radicale sullo scottante tema del braccialetto elettronico Amazon. Riportiamo la trascrizione dell'intervista pubblicata con licenza Creative Commons Attribuzione, corretta dai numerosi refusi.

Falconio: «Con il presidente dell'Autorità garante sulla privacy Antonello Soro vogliamo occuparci del cosiddetto "caso Amazon": il bracciale elettronico. Presidente, come sostiene oggi in una intervista a Repubblica Tiziano Treu, c'è una violazione della normativa italiana sulla privacy?»
Garante privacy: «Intanto aspettiamo di vedere meglio, perché io penso e spero che questa idea verrà rimessa in discussione, con queste ipotesi di cui i giornali di oggi hanno riferito. Naturalmente, se così fosse, sarebbe in contrasto con l'ordinamento in materia di protezione dati, non solo i…

Essere dalla parte dei cittadini nella battaglia contro la profilazione a scopo di lucro

Giuseppe Macario si congratula con il dott. Antonello Soro, presidente dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali, per l'ottimo lavoro finalizzato a tutelare i diritti dei cittadini italiani — inclusi i residenti all'estero — all'interno delle procedure di trattamento delle enormi moli di dati personali effettuate — talvolta in maniera molto poco chiara — dai cosiddetti "giganti del Web". Secondo Giuseppe Macario, il Garante è attualmente l'unica autorità che sta realmente dalla parte del cittadino in questa difficile battaglia contro la costante profilazione a scopo di lucro.

Ne approfittiamo per ricordare che l'unico sito ufficiale di Giuseppe Macario è https://giuseppemacario.men e invitiamo a diffidare dalle varie imitazioni.