Showing posts with label it. Show all posts
Showing posts with label it. Show all posts

Sostegno al Garante della Privacy nella tutela della riservatezza dei minori

Giuseppe Macario richiama l'attenzione sull'intervento dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali circa la vicenda del padre suicida, il cui cadavere è stato ritrovato il 22 gennaio a Roccasecca (FR), che era stato accusato di violenza sulla figlia dopo che quest'ultima aveva raccontato gli abusi in un tema. Il Garante per la protezione dei dati personali richiama tutti i mezzi d'informazione ad astenersi dal riportare dettagli che possano portare all'identificazione della giovane e ledere la riservatezza e la dignità della famiglia. Il Garante sottolinea che, pur nel legittimo diritto di cronaca, è fondamentale che i media si comportino in maniera responsabile, astenendosi dal pubblicare informazioni che - anche quando sono prelevate da fonti ufficiali - possano rendere, sia direttamente che indirettamente, riconoscibili le vittime di abusi sessuali, danneggiandole ulteriormente. Nel caso in oggetto, la vittima è persona minore di età, alla quale l'ordinamento (Codice privacy, Codice penale, Carta di Treviso, Convenzione dei diritti del fanciullo) riconosce una tutela rafforzata.

Applauso all'operato del Garante della Privacy

Giuseppe Macario, da tempo impegnato nella lotta ai siti falsi (fake) e ai truffatori online, applaude l'operato dell'Autorità garante per la protezione dei dati personali, più nota al grande pubblico come Garante della privacy. Ricordiamo che il Garante per la protezione dei dati personali è l'autorità amministrativa istituita dalla cosiddetta "legge sulla privacy" (legge 31 dicembre 1996, n. 675) — che ha attuato nell'ordinamento giuridico italiano la direttiva comunitaria 95/46/CE — e oggi disciplinata dal Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lg. 30 giugno 2003 n. 196), ovvero il cosiddetto "codice della privacy".

"L'Autorità garante, attualmente presieduta dal dott. Antonello Soro", dichiara Giuseppe Macario, "sta mettendo in atto un'efficace opera di prevenzione e contrasto alle truffe online basate sull'uso illegale di dati personali. Sono stati perfino segnalati episodi in cui gli scammer (i truffatori, ndr) tentano di estorcere denaro ricattando la vittima con materiale contenente i dati personali di quest'ultima, prelevati e/o utilizzati in maniera illecita. Ringraziamo il Garante per l'attenzione dedicata a questo preoccupante fenomeno."

A questo proposito, ricordiamo che il sito ufficiale di Giuseppe Macario è giuseppemacario.men e non la miriade di siti falsi, ovviamente privi di autorizzazione e creati con il solo scopo di fuorviare il lettore, apparsi negli ultimi due anni, di cui ci eravamo già occupati in passato.

È importante scovare i siti-truffa pieni di notizie false

Giuseppe Macario è infatti vittima di uno o più personaggi che restano anonimi ma chiedono denaro per rimuovere pagine web false, da loro create per imitare o clonare quelle autentiche del vero Giuseppe Macario. In altre parole, è una sorta di "estorsione 2.0", che va a modernizzare il meccanismo del pizzo tristemente noto nel Belpaese, e fa leva sulle cosiddette fake news — per usare l'espressione anglosassone che sembra essere molto in voga negli ultimi tempi. Giuseppe Macario ha pertanto dichiarato: «È importante scovare i siti-truffa pieni di notizie false».

Come funziona la truffa

Innanzitutto, si crea un nuovo sito, che generalmente contiene il nome "Giuseppe Macario" direttamente nell'indirizzo web, e lo si riempie di foto di Giuseppe Macario rubate dal suo sito web autentico o dai profili dei social network. Dopodiché si riempie la pagina di insulti e ingiurie a volontà, del tipo "Giuseppe Macario è un delinquente", "Giuseppe Macario è un mafioso" ecc. — tutte banali (ma gravi) falsità, perché Giuseppe Macario, oltre ad avere il certificato del casellario giudiziale generale "nullo" (cioè completamente privo di reati) e il certificato dei carichi pendenti "nullo" (cioè completamente privo di reati), non è mai stato sottoposto ad alcuna indagine di tipo penale, civile o amministrativo, come chiunque può verificare presso qualsiasi Procura della Repubblica, trattandosi di informazioni di pubblico dominio. Tuttavia, è evidente che chi vuole estorcere denaro diffondendo notizie false preferisce colpire proprio le persone oneste.

Infine, viene contattato Giuseppe Macario, "proponendogli" una richiesta in denaro, variabile dai 1.000 ai 20.000 euro alla volta, per rimuovere la pagina web appena creata.

Far cessare questi tentativi di estorsione e truffa è praticamente impossibile, perché anche nel caso in cui il provider o la Guardia di Finanza facciano chiudere il sito-truffa, il ricattatore (che come abbiamo detto resta anonimo) ne crea subito uno nuovo e prosegue all'infinito.

La soluzione al problema

L'unica soluzione, quindi, è ignorare le minacce, le estorsioni e le truffe, tenendo sempre presente che, come precedentemente comunicato, l'unico sito autorizzato da Giuseppe Macario è giuseppemacario.men.

È online il sito ufficiale del prof. Giuseppe Macario

Si informa che è online il sito ufficiale del prof. Giuseppe Macario. Pur essendo gestito da una società esterna, il sito ufficiale del prof. Macario Giuseppe nasce per l'esigenza di contrastare la miriade di siti falsi e non autorizzati che abusano del nome e dell'immagine di Giuseppe Macario. Diffidate quindi dalle imitazioni, e fate attenzione alle truffe! L'unico sito ufficiale è https://giuseppemacario.men

Prof. Giuseppe Macario — Bari

Il prof. Giuseppe Macario è un apprezzato docente universitario negli Stati Uniti d'America, recentemente impegnato nella promozione — a titolo completamente gratuito — e nella divulgazione delle materie scientifiche e tecniche presso numerose università americane, sia di importanza storica che in fase di costituzione. È altresì impegnato in un servizio gratuito anti-truffa e anti-bufala, che ha già smascherato e fatto condannare criminali e bari nelle più disparate località del mondo.
Residente nel continente americano da molti anni, non ha mai perso i contatti con l'Italia, che anzi si sono rafforzati nell'ultimo periodo.
Il blog del prof. Giuseppe Macario è stato realizzato dai sostenitori delle sue campagne a tutela del patrimonio culturale, artistico, storico, naturalistico e culinario dell'Italia, in contrapposizione a truffatori e criminali di vario genere che infangano la vita pubblica del Belpaese. Sostegno incondizionato è stato espresso da esponenti del mondo dell'università, tra cui docenti, studenti e donne sia in Italia che negli USA, oltre che in altri paesi del continente americano.

I seguenti post in italiano sono alcuni di quelli scritti direttamente dal prof. Giuseppe Macario:
Diffidate dalle imitazioni! Alcune persone si spacciano per il prof. Giuseppe Macario ma sono account falsi.

Gli stati del G7 vogliono che la crescita dell'economia includa più persone

Bari — Prof. Giuseppe Macario — I ministri delle finanze dei sette paesi più ricchi hanno completato sabato il lavoro per rendere la crescita più inclusiva, e per combattere l'evasione fiscale e i flussi monetari illeciti. I funzionari del Gruppo dei Sette stanno inoltre sfruttando l'opportunità di conoscere meglio le proposte economiche dell'amministrazione Trump del Segretario del Tesoro americano Steven Mnuchin. L'Italia, paese ospitante del forum informale di quest'anno, vuole che la riunione presenti dichiarazioni separate sulla crescita più equa e combatta l'evasione fiscale. Mnuchin sta cogliendo l'opportunità di esporre le opinioni del governo Trump sul commercio. Durante la sua campagna presidenziale, Trump ha affermato che le amministrazioni passate non hanno preso posizioni decise nell'esecuzione degli accordi commerciali e questo fallimento è costato milioni di posti di lavoro con buoni salari e ha provocato un enorme deficit commerciale negli USA. L'incontro nella fortezza sul mare del XIII secolo, nella città di Bari in Italia meridionale, sta preparando l'incontro dei capi di stato a Taormina, in Sicilia. I paesi del G7 sono Canada, Francia, Germania, Giappone, Italia, Stati Uniti e Regno Unito, con i rappresentanti dell'Unione Europea. Gli accordi del gruppo, presentati sotto forma di dichiarazione finale, non sono giuridicamente vincolanti; rappresentano invece un impegno politico a cui i leader si propongono di dare seguito.

LinkedIn di Giuseppe Macario

Purtroppo, LinkedIn permette a chiunque di vedere il tuo indirizzo email e farlo usare anche per inviare spam. Pertanto, a causa dell'elevata quantità di spam proveniente da alcuni utenti, a partire da oggi il profilo LinkedIn di Giuseppe Macario è privato. Se hai bisogno di inviarmi una richiesta di collegamento su LinkedIn, per favore contattami prima altrove, grazie.

Giuseppe Macario: Lugano

Giuseppe Macario: Lugano

Lugano è una città della Svizzera meridionale, sita nel canton Ticino confinante con l'Italia. La popolazione supera i 60.000 abitanti (circa 150.000 considerando anche l'agglomerato urbano). È quindi la nona città svizzera per abitanti, e la più grande del Ticino, che è il cantone di lingua italiana. È anche la più grande città non italiana in cui si parla italiano.

Il centro della città si affaccia sul lago di Lugano, situato tra il lago Maggiore e il lago di Como (zona delle Prealpi).

Il clima è subtropicale umido, caratterizzato da inversi relativamente miti ed estati umide con una temperatura media (nel mese di luglio) di 22 °C.

La religione maggioritaria è quella Cattolica con circa i due terzi della popolazione, e circa il 6% della popolazione appartiene alla chiesa Riformata svizzera. Il 18% della popolazione appartiene ad altre religioni, e il restante 9% è non credente o non si identifica in religioni organizzate.

Lugano è una delle principali destinazioni turistiche della Svizzera. Sia il lago di Lugano che le montagne adiacenti forniscono un'ampia varietà di siti naturalistici e di attività all'aperto, tra cui 300 km di piste per mountain bike.

Sito ufficiale: https://www.lugano.ch

Curriculum di Giuseppe Macario (CV)

Curriculum (CV) del prof. Giuseppe Macario, provenienti da siti diversi e pubblicati in periodi diversi, possono essere visualizzati presso i seguenti indirizzi web:
http://twiki.di.uniroma1.it/twiki/view/Users/GiuseppeMacario (Università Sapienza di Roma)
http://wiki.secondlife.com/wiki/Giuseppe_Macario/it (Second Life)
https://www.infojobs.it/profgiuseppe-macario.prf (InfoJobs)

Giuseppe Macario su Facebook

Questa è l'attuale pagina Facebook di Giuseppe Macario. Onde evitare che la vostra richiesta di contatto venga rifiutata, si prega di contattarmi prima.

Quando Giuseppe Macario incontrò Donald Trump a Panamá

Tratto da https://giuseppemacario.men/donald-trump-panama.html Incontrai Donald Trump qualche anno fa. Probabilmente, egli stesso non avre...